Sonia Peronaci, dalle ricette al blog: la sua vita dietro i fornelli, intervista

Sonia Peronaci_ Giallo Zafferano

E’ una delle cuoche più amate d’Italia. Ha cominciato per diletto a postare le sue ricette sul blog Giallo Zafferano, ed è riuscita a far diventare la sua passione un lavoro vero e proprio.
Sonia Peronaci è la regina delle ricette facili, semplici e veloci che quotidianamente propone su internet ed anche in Tv. E’ diventata testimonial di vari propdotti commerciali come il Philadelpia e passa le sue giornate dietro i fornelli e davanti la telecamera.
Ma quali sono i segreti di Sonia Peronaci?
Com’era la sua vita prima di Giallo Zafferano e com’è cambiata adesso?

Ecco cosa rivela in questa intervista per Defoodiebus.

Chi è Sonia-cuoca visto da Sonia Peronaci?
Una persona che si è realizzata facendo della sua passione un lavoro.

Com’era la tua vita in cucina prima di GialloZafferano?

Prima di Giallozzafferano la mia vita era abbastanza movimentata, con tre figlie c’è sempre da fare e avendo la passione della cucina mi è sempre piaciuto sperimentare nuovi piatti e nuove ricette. La stessa passione, prima per la mia famiglia e poi per la mia famiglia allargata, il mio pubblico.

Cosa rappresenta oggi questo progetto?
Questo progetto oggi per me rappresenta un lavoro consolidato in qualcosa di unico in Italia. Motivo di orgoglio per me e per tutte le persone che con me hanno lavorato e hanno creduto nel progetto. Un progetto sempre in crescita, in tv e con il mio ultimo libro “Guarda che buono” (ed. Mondatori)

Cosa non manca mai nel frigo di casa di Sonia Peronaci?
Sicuramente le uova, le verdure, la carne e il pesce. Mentre non ci sono mai preparati.


Pensa a tre personaggi della cultura culinaria ed associa ognuno ad un piatto. Perché queste associazioni?

Marchesi che associo immediatamente al suo famoso risotto;
Cracco per il suo uovo marinato
Bottura per i suoi mitici tortellini

E’ uscita per la casa editrice White Star l’Agenda casa di Giallo Zafferano. Vuoi parlarcene?
E’ un progetto forse demodé oggi ma secondo me affascinante, nonostante siamo in un’era molto digitale. Sarà un’agenda utile soprattutto per chi come me ha la passione
della cucina: ogni giorno viene consigliata una ricetta con i rispettivi ingredienti e modalità di preparazione e c’è anche lo spazio per prendere appunti.

Prima di chiudere, consiglia ai nostri DeFoodie un gastrolibro, un gastrofilm e una
gastrocanzone che dovrebbero conoscere.

Come libro ai più piccoli consiglio il mio ultimo libro “Guarda che buono” con tante ricette divertenti e genuine mentre, per gli adulti, il mio primo libro “le mie migliori ricette” con piatti tipici del territorio italiano e della nostra cultura culinaria.
Come film “Chocolat”, mentre come canzone “Banane e lamponi” di Gianni Morandi.


Foto@ufficio stampa Giallo Zafferano

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *