Expo 2015: dove mangiare e quanto si spende? Ce lo dice Zomato

Expo 2015 food truck_

Negli scorsi giorni si è fatto un gran parlare dell’Expo 2015 sia per gli scontri nel giorno dell’apertura, sia per una notizia che ha fatto il giro del web: il conto stratosferico pagato al ristorante giapponese Minokichi dell’esposizione mondiale sul cibo. Non c’era da stupirsi se lo scontrino registrava 115 euro da pagare, dato che il ristorante in questione è uno dei più famosi ristoranti di Tokyo con 22 posti disponibili all’Expo e una succursale venuta direttamente dal Giappone per presidiare l’esposizone mondiale.
L’evento ha creato un po’ di confusione tra i visitatori già attivi e i potenziali, che si sono chiesti dove mangiare all’Expo 2015 per provare buona qualità conoscendo già i prezzi a priori.
Ad accorere in aiuto per questa richiesta è Zomato, una delle piattaforme più conosciute nel mondo (in 22 paesi) con le recensioni di oltre 1 milioni di ristoranti di tutto il pianeta.
Per l’occasione, Zomato ha creato un vero e proprio mini sito con l’elenco dettagliato di tutti i ristoranti dell’Expo, l’indicazione di menù, costi, foto e recensioni per andare a colpo sicuro e scegliere prima di accedere alla manifestazione.

Zomato ha mappato ben 179 ristoranti di Expo 2015 ed ha rilevato che ci sono:

– 24 ristoranti veg-friendly;
– 9 gluten-free;
– 15 locali dedicati esclusivamente all’aperitivo;
– 82 ristoranti per mangiare all’aperto;
– 3 locali per mangiare gratis come Le Bistrot du Lion e quello della Coca Cola che sitribuisce bottigliette gratis.
Minokichi risulta, come abbiamo potuto notare, il ristorante più costoso in cui per mangiare si può arrivare a pagare sino a 250 euro in due. All’opposto si trova Meydan presso il padiglione Turchia, risultato il ristorante più economico in cui mangiare con soli 20 euro in due. Ovviamente parliamo di due realtà culinarie completamente diverse.
Grazie alla diffusione, negli ultimi anni dello street food, ad Expo 2015 non potevano mancare i food truck dove fermarsi ed assaporare cibo di strada.
Putroppo, si è riscontrato che nessun ristorante è Pet-Friendly, quindi se avete intenzione di andare con i vostri amici a quattro zampe, scordatevi di poter accedere in uno di questi posti per mangiare.

La mappatura di Zomato non è statica, infatti grazie all’app tutto viene aggiornato almeno una volta ogni due settimane per stare sempre sul pezzo e fornire un servizio completo per i visitatori spaesati. Inoltre, sul sito creato ad hoc, ogni giorno alle 18 vengono consigliati i locali ideali per gli aperitivi,​e alle 20 vengono suggeriti i ristoranti per la cena.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *